Posted by greenvalley  |  January 23, 2019

Sapete come conservare il succo del limone siciliano?

 

Il Limone è un agrume dai molteplici utilizzi, possiede un'acidità naturale che rende più durevole la conservazione del suo succo.

Ecco come fare . . .

Procuratevi un classico contenitore per cubetti di ghiaccio e versate il succo del limone di Sicilia filtrato appena spremuto. 

Mettete il contenitore nel freezer, così da ottenere delle mono dosi si succo sempre pronte all'uso!

GELO DI MANDARINI sicilianI

 

  INGREDIENTI:

  • Succo di Mandarino tardivo di ciaculli 500 gr
  • Zucchero 100 gr
  • Amido di mais 50 gr
  • Preparazione per circa 6 persone

PREPARAZIONE:

Sbucciate i mandarini di Sicilia eliminando il picciolo, spremete il succo e fate scaldare a fiamma bassa una parte in un pentolino.

Scolate il succo dei  mandarini scaldato togliendo tutti i semi che trovate all’interno e sciogliete prima lo zucchero e, poco per volta, l'amido mescolando con una frusta per evitare il formarsi di grumi, alla fine frullate il tutto in un mixer.

Quando l'amido e lo zucchero sono sciolte aggiungetelo al succo già caldo e, sempre a fiamma bassa, continuate a girare con una frusta velocemente.

Dopo qualche minuto, non appena il liquido comincerà ad assumere una consistenza più densa, versatelo velocemente negli stampini fatti con le bucce edibili dei mandarini stessi, lasciate raffreddare e riponete in frigorifero.

 

 

La spremuta d'arancia E i suoi benefici

greenvalley-2k-3321.jpg

 

I benefici della  spremuta d’arancia sono molteplici, infatti, la  vitamina C è fondamentale per la salute del corpo.Quello che però spesso ignoriamo, è la difficoltà che ha il corpo ad assimilarla, la maggior parte di questa vitamina viene infatti espulsa, o si volatilizza mentre viene manipolata, per questo motivo una volta spremuta l'arancia occorre bere il succo immediatamente.

La vitamina C infatti è altamente volatile, e tende a ridurre la sua presenza man mano che il tempo trascorre. L’ideale è non attendere più di qualche minuto, giusto il tempo di riempire il bicchiere. Se si vuole bere una spremuta ore dopo, si deve anche considerare il fatto che quel succo non avrà poi molta vitamina da offrire, ma solo qualche residuo e se si intende berla dopo 12 ore non se ne troverà traccia.

Ma sapevate che bevendo spremuta di arancia si può dimagrire? 

La dieta del succo d’arancia è semplice da seguire, prevede che si bevano due litri di spremuta di arancia al giorno, un bicchiere la mattina e l’altro a metà pomeriggio.

In questo modo si accelera il metabolismo e stimola l’eliminazione di tossine dal corpo, ricordate l'importanza della spremuta appena fatta e dei contenuti elevati di vitamina C.

 

Marmellata di mandarini  sicilianI

 

  INGREDIENTI:

  • Mandarino tardivo di ciaculli 1 kg
  • Zucchero 400 gr
  • Preparazione per circa 1 kg di marmellata siciliana di mandarini

 

PREPARAZIONE:

Lavate i mandarini di Sicilia eliminando il picciolo e nel frattempo fate scaldare in un pentolino dell’acqua e quando inizierà a bollire versateci i mandarini e sbollentateli per circa 5-6 minuti .

Scolate i mandarini sbollentati togliendo tutti i semi che trovate all’interno e frullate il tutto in un mixer.

Una volta frullate, mettete il composto in una pentola e a fuoco lento aggiungete lo zucchero, ricordatevi sempre di mescolare con continuità.

Il composto dovrà cuocere per circa 50 minuti ad una temperatura massima di 108 °C che  una volta raggiunta, sarà proprio questa a determinare la cottura del composto, spegnete il fuoco e frullate il tutto con un frullatore ad immersione.

Versate la marmellata di Mandarini di sicilia all’interno di vasetti sterili e lasciatela raffreddare chiudendo i vasetti ermeticamente e lasciandoli raffreddare capovolti.

Una volta raffreddato la vostra marmellata di Mandarini di ciaculli tardivo è pronta da gustare.

ricetta del limoncello 

con i Limoni di Sicilia 

 

  INGREDIENTI:

  • Alcool puro 1 lt a 95%
  • Limoni di Sicilia 6
  • Acqua 1,5 lt
  • Zucchero 750 gr

PREPARAZIONE:

Lavate i limoni di Sicilia, asciugateli e pelateli facendo attenzione a non tagliare la parte bianca della buccia.
Annegate le scorze del limone nell’alcool, per 7/8 giorni, servendovi di un contenitore con chiusura ermetica.
Lasciate macerare le scorze edibili del limone in un ambiente buio per almeno una settimana, di tanto in tanto, agitate il contenitore, vi accorgerete che, mentre le scorze impallidiscono, l’alcool assume il colore originale dei limoni.
Terminata questa fase, fate bollire dell’acqua in una pentola per 10/15 min., successivamente, aggiungete pian piano lo zucchero, mescolando di continuo fino al completo scioglimento, una volta completato questo processo lasciate raffreddare.
Unite quindi lo sciroppo di zucchero all’alcool e alle scorze di limone e mescolate per qualche minuto, a questo punto, non rimane che filtrare il tutto e versarlo in delle bottiglie di vetro.
Più lungo è il periodo di macerazione, più intenso risulterà il sapore, quindi non abbiate fretta di assaggiarlo, ma attendete qualche giorno in più e il vostro limoncello siciliano risulterà ancora più buono.
Vi raccomandiamo di usare solo limoni biologici in quanto la buccia, ingrediente principale del prodotto finale, non deve contenere alcun componente chimico per la tutela della vostra salute.


#beveteresponsabilmente

il limone e le sue proprietà

limoni_600x400.jpg

 

Il limone è un frutto dalle numerose proprietà, in grado di apportare notevoli benefici alla salute.

 

Il limone e le sue proprietà sono spesso sottovalutate, infatti, questo fruttoannoverato tra la frutta invernale, è uno degli agrumi siciliani a noi più familiari.

Viene utilizzato in cucina per condire carne e pesce, per marinature gustose e saporite ma, non tutti sanno che il succo di limone e le sue  proprietà sono benefiche e davvero straordinarie, ma non solo per insaporire i cibi ma, come vera e propria bevanda salutare.  

Il frutto del limone contiene, al suo interno, circa il 30 % di succo di quello che è il peso totale, che contiene, acido citrico, citrati di calcio e potassio, sali minerali e oligoelementi quali ferro, fosforo, manganese, rame, grandi quantità di vitamina B1, B2 e B3, carotene, vitamina A, vitamina C e vitamina P.

In 100 gr di limone di Sicilia troviamo solo 11 calorie di cui: 

  • Carboidrati 2,30 gr;
  • Proteine 0,50 gr;
  • Fibre 0,2 gr;
  • Grassi 0,1 gr.

 

La scorza del limone, edibile, profumata e aromatica, contiene antiossidanti e buoni acidi grassi; riduce il colesterolo e previene i tumori. La parte bianca sottostante, detta albedo, è ricca di bioflavonoidi che lavorano in sinergia con la vitamina C.

Vi si trova anche la pectina, una fibra che combatte il colesterolo. 

Nel complesso, possiamo dire che il limone di Sicilia vanta vari antiossidanti e vitamine (A e del gruppo B), ed eccelle per il tenore di acido citrico e minerali. Il primo è una sostanza dissetante e digestiva, protettiva delle mucose che si trovano nello stomaco e intestino, importante per fissare il calcio, minerale appunto contenuto nel limone insieme a magnesio, ferro (che viene assorbito grazie alla vitamina C), potassio e fosforo.

Tutti questi minerali favoriscono la basicità dell'organismo; di fatto il limone di Sicilia, a dispetto del gusto acido, è alcalinizzante. Inoltre è ipotensivo, antidiabetico e antireumatico, combatte l'anemia e le infezioni, l'inappetenza e l'aerofagia, protegge i capillari e il cuore, favorisce la diuresi e fluidifica il sangue.